ArticleDetailOneInstance ArticleDetailOneInstance

MOSTRA FOTOGRAFICA FOREST FRAME | PALAZZO DELLE ALBERE

Palazzo delle Albere è accessibile dal martedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle 18.00

MOSTRA FOTOGRAFICA FOREST FRAME  |  PALAZZO DELLE ALBERE

Trento dal 19 gennaio 2021 al 30 maggio 2021

Mostra accessibile da martedì a venerdì in orario 10.00-18.00. In coincidenza di eventi o altre manifestazioni gli orari potranno subire variazioni. Accesso contingentato, gratuito e senza prenotazione.

Palazzo delle Albere, piano nobile

"Forest Frame - La foresta tra sogno e realtà"

mostra fotografica di Maurizio Galimberti, curata da Beatrice Mosca

Il MUSE, nell'ambito della nuova vocazione della sede espositiva del Palazzo delle Albere che apre al dialogo interdisciplinare tra scienza, filosofia e arte, presenta l'inedita mostra temporanea firmata da un grande maestro della fotografia di fama internazionale indagando negli scatti d'autore il rapporto tra natura e uomo. Curata da Beatrice Mosca, la mostra propone un viaggio emozionante che vede il Trentino protagonista di uno sguardo sospeso fra visioni oniriche e reali.
 
Il fotografo Maurizio Galimberti (Como, 1956) si perde nelle foreste trentine, tra alberi che profumano di legno buono e scrivono paesaggi fragili. Alberi spezzati dalla furia della tempesta. Alberi che riportano ad antiche suggestioni.
 
Di questo viaggio silvestre dice: "Tutto è Onirico, tutto è lento, tutto si fa osservare. Nelle mie immagini si accumulano montagne fiabose. Sono un surrealista, sono un fotografo, pittore, scultore. La mia fotografia è un piccolo mosaico, la mia fotografia è un single doppio scatto, lavoro sull'asta della fotografia. Lavoro su una linea di confine fotografico tanto cara a Luigi Ghirri. Tutto accade dentro il mio viaggiare in Trentino. Sublime Trentino mi emozioni, mi scrivi sensazioni senza tempo... la voce di mia Madre riecheggia nella foresta, è una voce che mi accarezza, vorrei non finisse mai".
 
"Una metamorfosi che incalza lo sguardo fotografia dopo fotografia, in un sapiente gioco di capovolgimenti, ricomposizioni, frammenti, dettagli. Uomini, bestie, cose, scompaiono in questo grande mosaico visivo E' la natura che si trasforma e mostra nell'assenza l'anima e il volto umano. Tra sogno e realtà esplode un linguaggio che appartiene soltanto alla poesia: immagini come parole, precise, per nulla lasciate al caso, ma evocative di un immaginario che svela l'incanto e il segreto della bellezza", scrive la curatrice Beatrice Mosca.

Contatti

MUSE - Museo delle Scienze

Tel. +39 0461 270311
www.muse.it

Note

  • Giorni della settimana esclusi: Lunedì

GenericQuery GenericQuery
FWJSALL FWJSALL
background background