ArticleDetailOneInstance ArticleDetailOneInstance

TRENTO FILM FESTIVAL | 68^ EDIZIONE

Il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato ai temi della montagna, dell'avventura e dell'esplorazione. Ricca rassegna di ospiti, film, eventi e mostre.

TRENTO FILM FESTIVAL | 68^ EDIZIONE

Trento dal 27 agosto 2020 al 02 settembre 2020

Info: Tel. +39 0461 986120, www.trentofestival.it

Fondato nel 1952, il Trento Film Festival è il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato ai temi della montagna, dell'avventura e dell'esplorazione. Su questi argomenti il Trento Film Festival è da oltre sessant'anni l'evento di riferimento in Italia e nel mondo, diventando negli anni un vero e proprio laboratorio di visioni e riflessioni sulle terre alte del pianeta. Anche la 68^ edizione sarà ricca di appuntamenti di richiamo, con nomi celebri del mondo dell'alpinismo, del cinema, della cultura e dello spettacolo, e con un programma cinematografico di altissimo livello. In quei giorni, inoltre, il Festival animerà la città con MontagnaLibri, la rassegna internazionale dell'editoria di montagna, e con numerose mostre artistiche, aperte al pubblico nei più bei palazzi di Trento.

Info: Segreteria Trento Film Festival
tel. +39 0461 986120 | www.trentofestival.it

Il concorso prevede le seguenti sezioni:

Concorso internazionale Sezione competitiva per lungometraggi a carattere documentario e per cortometraggi di ogni genere

Anteprime Sezione non competitiva riservata ai lungometraggi narrativi Proiezioni speciali

Terre alte
Sezione non competitiva dedicata al presente e al futuro dei territori e delle comunità di montagna nel mondo

Alp&ism Sezione non competitiva dedicata all'alpinismo, alla scalata, all'avventura e alle discipline sportive della montagna

Orizzonti vicini Sezione non competitiva riservata ai film realizzati da autori nati o attivi in Trentino Alto-Adige, o prodotti da case di produzione o soggetti con sede in regione, o che hanno per oggetto luoghi, protagonisti e temi della regione 

Sestogrado Sezione non competitiva dedicata ai film di ricerca, saggistici e d'artista che abbiano per tema il paesaggio e il territorio di montagna

MuSeDoc Una selezione di reportage dedicati all'ambiente e alla fauna dei territori di montagna in collaborazione con MuSe, Museo delle Scienze di Trento

TFF Kids Sezione non competitiva riservata alle scuole e dedicata al cinema per l'infanzia e i ragazzi, ambientato in montagna e nella natura

TFF Family Proiezioni selezionate per avvicinare bambini, ragazzi, adulti e insegnanti al mondo del cinema, della montagna e dell'esplorazione.

Info: Segreteria Trento Film festival | tel. +39 0461 986120 | www.trentofestival.it

___________

Info: Tel. +39 0461 986120 | www.trentofestival.it

___________

COMUNICATO STAMPA 23 GIUGNO 2020:

Il manifesto della 68^ edizione è firmato dall'artista trentino Albino Rossi. Leveghi: "Entrare dentro la natura per agire con consapevolezza"

Un bosco ferito, ma pronto a ripartire e rinascere dalla sua sofferenza. È un'immagine forte, di grande impatto visivo, quella realizzata dall'artista trentino Albino Rossi per il manifesto ufficiale della 68ª edizione del Trento Film Festival che, prevista inizialmente dal 25 aprile al 3 maggio e poi rinviata a causa dell'emergenza sanitaria, è stata riprogrammata dal 27 agosto al 2 settembre 2020.

Albino Rossi, nato nel 1953, vive e lavora in Val di Sole (Trentino); pur avendo soggiornato molto all'estero, soprattutto a Londra, ha scelto di vivere tra le sue montagne. Nel corso degli anni, Rossi ha realizzato molte mostre personali, e ha partecipato a mostre collettive in gallerie e sedi museali. Le sue opere sono inserite in importanti collezioni e installazioni permanenti.

«Il bosco. Fin da bambino mi ha sempre attirato e incuriosito. In altri momenti ho imparato a vivere, amare e rispettare la vita che c'è dentro. Attraversare una foresta seguendo i suoi sentieri è come ritrovare un luogo dell'anima», dice Albino Rossi. «Nel mio percorso artistico ho cercato spesso di elaborare liricamente la forma degli alberi e l'intreccio dei suoi rami, evocandone il fatto di essere collegamento fra la terra e il cielo. Dopo i tragici eventi dell'autunno 2018, con la tempesta e la sua potenza distruttiva, mi è venuto naturale proporre per il manifesto del Trento Film Festival un bosco ferito. Per ripartire con buona volontà e riappacificarsi con Vaia, ma senza dimenticare».

«Quella di quest'anno sarà un'edizione particolare del festival: la pandemia causata dal Coronavirus Covid-19 ha cambiato le nostre vite, facendoci riscoprire l'essenzialità e il bisogno di valori che prima forse davamo per scontati, come la libertà di movimento, la socialità. Naturalmente ne parleremo al festival, cominciando proprio dal manifesto ufficiale che, attraverso un bosco ferito, vuole lanciare un messaggio per invitare a riflettere sulla necessità di un reale cambiamento, e sul dovere di avviare – dopo l'emergenza drammatica vissuta, non ancora finita e che potrebbe ripresentarsi – una nuova fase della nostra vita, per la quale dobbiamo porci dei limiti. Gli scienziati in questi mesi di crisi hanno evidenziato le possibili correlazioni tra pandemie e deforestazioni e perdita di habitat. Tutto questo si aggiunge alla crisi climatica in atto e ci impone un reale cambiamento di rotta per mitigare tutto ciò che sta stravolgendo le nostre vite. Nel rispetto dell'ambiente e della sostenibilità di tutte le nostre attività. In questo senso la nostra presenza alla Magnifica Comunità di Fiemme, esempio straordinario di tutela del territorio, gestione e valorizzazione sostenibile del patrimonio naturale, condivisione e partecipazione collettiva per la cura del bene comune, rappresenta un messaggio di speranza, perché realtà come queste dimostrano che insieme si possono raggiungere importanti e concreti obiettivi per il bene di tutti».

«Il bosco rosso dell'immagine ufficiale della manifestazione ci invita proprio ad entrare nella natura», prosegue Leveghi, «perché solo toccando con mano, vivendo dal di dentro la sofferenza di un bosco – che rappresenta metaforicamente tutta la natura che ci circonda – si può capire cosa dobbiamo fare per frenare una caduta libera sempre più veloce. L'attenzione e le numerose iniziative organizzate recentemente a livello provinciale e nazionale sui temi dell'Agenda 2030, che vedono coinvolto anche il festival, rappresentano un'azione concreta per sensibilizzare ognuno di noi ad agire, ma anche un messaggio di speranza, così come lo sono gli alberi del nostro manifesto, pronti a rifiorire, trasformando il rosso fuoco in quell'energia necessaria per ritornare a quel verde che i pendii boscosi delle montagne ci hanno sempre regalato. E di cui, tutti, abbiamo bisogno».

All'artista ideatore dell'immagine del manifesto sarà dedicata una mostra personale: dal 20 agosto al 19 settembre a Palazzo Roccabruna (Trento), le opere di Albino Rossi saranno esposte al pubblico nel contesto della mostra dal titolo Dentro la Natura.
 

Contatti

Trento Film Festival

Tel. +39 0461 986120
trentofestival.it


GenericQuery GenericQuery
FWJSALL FWJSALL
background background