Crea/Mostra Contenuto Crea/Mostra Contenuto

SPECIALE PRIMAVERA

Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi

Crea/Mostra Contenuto Crea/Mostra Contenuto

 

 

 

 

  

Crea/Mostra Contenuto Crea/Mostra Contenuto

 

 

 

 

  

Crea/Mostra Contenuto Crea/Mostra Contenuto

ALLA SCOPERTA DEL TRENTINO LUNGO IL SENTIERO DI SAN VILI

Un'escursione in sei tappe da Trento a Madonna di Campiglio passando per la Valle dei Laghi
Scarponi ai piedi e zaino in spalla lungo uno dei sentieri più suggestivi del Trentino: il Sentiero di San Vili.

Sentiero di San Vili

Aperto nel 1988 dalla S.A.T. (Società Alpinisti Tridentini), il sentiero collega la città di Trento con Madonna di Campiglio, la Valle dell'Adige alle Dolomiti di Brenta per un totale di quasi 100 chilometri. Il cammino, che può essere percorso anche al contrario dalla montagna verso la città, viene suddiviso logisticamente in sei tappe, ciascuna delle quali costituisce già di per sé un'escursione completa e soddisfacente.
Se sei alla ricerca di emozioni paesaggistiche, storiche e naturalistiche, da immortalare magari con la tua macchina fotografica, questo sentiero saprà davvero stupirti.

Sentiero di San Vili. Trento - Madonna di Campiglio

Il cammino può essere definito come un "sentiero della memoria", poiché ricalca il percorso seguito dal santo patrono San Vigilio (S.Villi nell'antica dizione delle genti trentine) che per primo, nel 400 d.C. affrontò i sentieri e le strade di montagna nella sua opera di evangelizzazione. S.Vigilio è un personaggio molto conosciuto in tutto il Trentino-Alto Adige ed a testimonianza del suo passaggio e della devozione popolare che ne è seguita, si trovano sparse in varie località chiese e cappelle a lui dedicate. Prima fra tutte la cattedrale di Trento costruita sul luogo della sua sepoltura.

Tagliata di Cadine - Forte di Cadine

Il sentiero parte dal capoluogo, Trento, passando per la località Vela, dove sono stati scoperti i primi insediamenti neolitici che testimoniano l'ininterrotta presenza dell'uomo nelle valli alpine dal mesolitico (7.000-8.000 A.C). Continua poi verso Madonna di Campiglio, il Parco Naturale Adamello-Brenta e più su a Campo Carlo Magno, dove un tempo si riunivano per la fienagione le famiglie contadine della Val Rendena, Val di Sole e Val di Non.
Il sentiero viene suddiviso nelle seguenti sei tappe:

  1. tappa: Vela - Laghi Lamar – Covelo
  2. tappa: Covelo - Moline (S. Lorenzo in Banale)
  3. tappa: Moline (S. Lorenzo in Banale) - Irone (Airone)
  4. tappa: Irone (Airone) - Passo Daone (Prà de l'Asen)
  5. tappa: Passo Daone – Pinzolo
  6. tappa: Pinzolo - Madonna di Campiglio

 

APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi
P.za Dante, 24 - 38122 - Trento
T. +39 0461 216000
F. +39 0461 216060
info@discovermontebondone.it

L'ORRIDO DI PONTE ALTO

Un'esperienza unica alla scoperta del profondo canyon di Trento.

A pochi km dal centro storico di Trento sorge un luogo suggestivo, capace di affascinare visitatori e gli stessi abitanti della città: l'Orrido di Ponte Alto. Un profondo canyon scavato dalle acque tumultuose del torrente Fersina nel corso di migliaia di anni, dove nel 1500 furono costruite alcune delle opere idrauliche più antiche del mondo, per scongiurare le alluvioni in città.

Orrido di Ponte Alto, Trento

L'orrido è una vera e propria opera d'arte naturale, che racchiude in sé la bellezza della natura, l'emozione dell'altezza, del vuoto e della verticalità con conoscenze scientifiche e storiche: due briglie danno origine a spettacolari cascate alte oltre 40 metri che si fanno strada tra gli strati di roccia rossa, creando scenografici giochi di luce. Alla indubbia bellezza naturale dei luoghi si unisce infatti la presenza di una delle più antiche opere di sistemazione idraulica d'Europa, la cosiddetta "Serra di Ponte Alto", realizzata per volere del Principe Vescovo di Trento Bernardo Clesio nel 1537 e tuttora presente dopo l'ultima ricostruzione eseguita nel 1850.

Il canyon dell'Orrido di Ponte Alto
Se desideri scoprire questo luogo dal fascino unico e misterioso allo stesso tempo, l'orrido è visitabile accompagnati da una guida ed è comodamente raggiungibile con i bus extraurbani dalla città di Trento e dal paese di Pergine o con i bus urbani fino al paese di Cognola. Per chi è in auto è possibile parcheggiare presso il centro sportivo di Cognola in via Ponte Alto.

Vai alla pagina di dettaglio dell'Orrido di Ponte Alto.
 

Orrido di Ponte Alto

APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi
P.za Dante, 24 - 38122 - Trento
T. +39 0461 216000
F. +39 0461 216060
info@discovermontebondone.it

  1. Le botteghe storiche di Trento
     
  2. Le 7 migliori osterie tipiche di Trento
     

 

LE BOTTEGHE STORICHE DI TRENTO


Alla scoperta della storica tradizione commerciale della città.
Sei un amante dello shopping e desideri scoprire la vera tradizione commerciale di Trento? In città sono moltissime le botteghe storiche, che vantano una storia antica, una tradizione commerciale e di ospitalità che ha attraversato decenni arrivando fino ai nostri giorni. Tutti gli esercizi e gli artigiani che operano da oltre cinquant'anni mantenendo nel proprio locale tracce e testimonianze di un evidente radicamento nel tempo della loro attività, sono valorizzate con la qualifica di Bottega Storica Trentina. Grazie alla presenza nei locali di elementi, strumenti, attrezzature e documenti di particolare interesse storico, artistico, architettonico, ambientale e culturale è possibile scoprire l'autentica tradizione che caratterizza questi luoghi ricchi di storia.

Antica Trattoria al Volt

L'Antica Trattoria Al Volt - via S. Croce 16 - opera da oltre cento anni e propone i piatti della cucina regionale, preparati rigorosamente in modo casalingo. Gli arredi dei locali, come il vecchio bancone e alcune foto, sono una chiara testimonianza della sua lunga storia.

Bar Fiorentina

I locali che ospitano il pubblico esercizio Bar Fiorentina, gli stessi fin dalla sua apertura, fanno parte di un edificio che la Sovrintendenza per i Beni architettonici cataloga "di rilevanza storica".

Bar pasticceria Mazzoleni

Il bar pasticceria di Piazza General Cantore 28, da sempre gestito dalla famiglia Mazzoleni, è frequentato da clienti davvero affezionati, tanto da diventare negli anni un punto di ritrovo e di socialità importante per il rione di Cristo Re.
L'attività di produzione di paste dolci è stata avviata nel laboratorio in via Antonio da Trento nel 1957, per poi trasferirsi negli attuali locali che ospitano il pubblico esercizio a partire dalla fine del 1959.
Nel bar pasticceria si può respirare la storia grazie ad arredi ed oggetti originali, come i vasi di vetro contenenti le caramelle vendute a peso e la bilancia. Appeso alla parete, un articolo di un quotidiano ricorda i cinquant'anni di attività dei gestori.

Bar Tre Portoni

La gestione del Bar "Tre Portoni" risale fin dal 1937 con un susseguirsi di gestori nei locali del palazzo di Via Santa Croce al civico n. 12 poi diventato 48.

Bazar Moser

Gestito dalla stessa famiglia fin dalla sua fondazione, il Bazar di Gardolo non ha mai cambiato né denominazione né sede, un palazzo nel centro storico del sobborgo che risale al XV secolo. Apprezzato per la qualità e la varietà della sua offerta, il negozio ospita, a testimonianza della sua lunga storia, un attrezzo per rivestire in stoffa i bottoni del 1936, alcune fotografie dell'esercizio risalenti a metà del secolo scorso e l'articolo di un quotidiano del 1948 che parla dell'attività commerciale.

Birreria Pedavena

Da anni punto di riferimento enogastronomico per trentini e turisti, il pubblico esercizio è sempre rimasto negli stessi locali fin dalla sua apertura nel 1921, recando la stessa insegna. I lavori di ristrutturazione e ampliamento effettuati nel 2002 hanno trasformato il bocciodromo attiguo alla birreria in un'ampia sala circolare, arredata però in stile, con tavoli in legno e fusti in rame per la spillatura a caduta della birra realizzata artigianalmente. Nel locale sono inoltre presenti arredi e documenti di particolare interesse storico, quali i soffitti in legno, tutti gli arredi delle sale originarie, mobiletti in legno e vetro, bicchieri e boccali da birra di varie misure, due barilotti in legno. Alle pareti sono appesi piatti in ceramica, vecchie stampe e fotografie che rappresentano piazza Fiera, via S. Croce, l'interno e l'esterno della birreria negli anni '30.

Coltelleria S. Marco

L'attività della Coltelleria S. Marco viene avviata nella seconda metà dell'Ottocento da una famiglia di arrotini della Val Rendena.

Cronst

Da oltre sessant'anni Cronst propone alla clientela un vasto assortimento di apparecchi elettrici e tecnologici.
L'attività, inizialmente avviata in via Suffragio, è stata trasferita negli anni '50 nell'attuale sede di via Galilei, mantenendo denominazione e gestione familiare.

Edicola tabacchi Sannicolò

L'edicola Sannicolò si trova in una palazzina storica sotto Torre Verde e mantiene ancora oggi l'originale porta d'ingresso e le vetrine in legno intarsiato.
Il punto vendita venne aperto nel lontano 1929 negli attuali locali, ma con ingresso da via San Martino, per la vendita di cartoline, fettucce e oggetti di cancelleria. Nel 1933 arrivò anche l'autorizzazione alla vendita di tabacchi.
Testimonianze della lunga vita commerciale dell'edicola sono visibili all'interno della rivendita, come ad esempio il foglio di una rivista del 1953, un'esposizione di ricevute del lotto e di vecchi francobolli, la copia di un quotidiano del 1974 e il nullaosta del Podestà datato 1933.

El Merican

Il ristorante con bar aperto al pubblico è annesso all'Hotel America. I locali di via Torre Verde dove si trova il pubblico esercizio, risalgono ad un periodo precedente la seconda guerra mondiale e sono stati ricostruiti dopo aver subito un bombardamento nel 1945 e l'alluvione nel 1966.

Famiglia cooperativa Povo

Sull'edificio che ospita l'esercizio commerciale, progettato nel 1911 e inaugurato nel 1913, è indicato con un elegante scrittura l'anno di avvio dell'attività, il 1895.

Farmacia de Battaglia

La farmacia de Battaglia è una delle farmacie più antiche della città e l'avvio dell'attività risale alla fine del '700.

Farmacia S. Chiara

Gestita dalla stessa famiglia dal 1924, e in precedenza annessa al vecchio ospedale cittadino, la farmacia S. Chiara occupa fin dall'inizio dell'attività l'edificio oggi tutelato dalla Sovrintendenza ai beni architettonici.

Fioreria Stella

L'attività di vendita al minuto di fiori e piante ha inizio nell'aprile del 1957 e da allora è gestita dalla Famiglia Trentini con sede nei locali antistanti il Seminario Maggiore in Corso Tre Novembre 1918 n. 44

Foto Cine La Rotonda

"Foto Cine La Rotonda" apre nel 1935 nei locali del Torrione in piazza Fiera e alla guida del negozio si sono alternate quattro generazioni.

Foto Rensi

Gestita dalla stessa famiglia da tre generazioni, dallo scorso anno la sede di Foto Rensi si trova in via Marchetti 28.

Franzinelli Vigilio

La ditta Franzinelli nasce nel lontano 1845 con i fratelli Pietro e Bartolo che portavano i chiodi a Trento dalla Val di Ledro. Alla fine del secolo un figlio di Pietro, Vigilio, aprì il primo negozio di ferramenta specializzato in vicolo del Liceo, dove ancora oggi si trova.

Indal

La cioccolateria Indal apre i battenti nei primi anni '60 a Trento dove Romano Rossi inizia la sua attività nel commercio di prodotti dolciari in un piccolo deposito.

La Cantinota Ristorante

Da quasi sessant'anni il locale la Cantinota - via S. Marco 22 - è un punto di riferimento per gli amanti della cucina tradizionale, della musica e di coloro che amano godere della buona tavola anche a tarda notte.

Leonardi calzature

L'esercizio commerciale Leonardi Antonio è situato in via S. Pietro, nel cuore del giro al sass. Gestito dalla stessa famiglia fin dal 1915, il negozio si è sempre occupato di calzature e pantofole e non ha mai modificato né la denominazione né la sede dell'attività. Leonardi è collocato in un edificio risalente al '700 del quale si sono mantenuti alcuni elementi storici come l'inferriata alla finestra, l'insegna originaria, affissa dal fondatore, lo stipite in pietra dell'ingresso, affreschi e stucchi originali. Nei locali è inoltre presente uno strumento utilizzato in passato per misurare lo spago in vendita. Accanto ai prodotti di serie, non è mai mancata l'offerta di prodotti realizzati artigianalmente dalla proprietaria.

Moser cicli

"Moser cicli" apre nel 1933 in via Calepina e offre non solo la vendita di biciclette, ma anche il servizio di riparazione e manutenzione.

Naturerbe


Il primo documento sulla costituzione dell'erboristeria Naturerbe risale al 1906, ma è presumibile che l'attività esistesse già in anni precedenti.

Neon Trento Scotuzzi

Neon Trento Scotuzzi è un'azienda artigiana specializzata nella produzione e commercializzazione di insegne, luminose e non. La loro attività è cominciata nel 1952 in via Rosmini, dunque il trasferimento in via Romagnosi e, successivamente, nell'attuale sede di via Ragazzi del '99.
Oggi negli uffici sono visibili vecchi progetti grafici e bozzetti realizzati a mano nel 1962, i vecchi timbri della ditta, un luxometro degli anni '50 oltre ad una ricca documentazione fotografica e i progetti realizzati prima dell'avvento delle nuove tecnologie.

Orologeria Groppa


Il locale dell'orologeria Groppa, in via degli Orbi e mai ristrutturato, è impreziosito da attrezzature e oggetti di particolare interesse storico.

Panificio Pulin

Il panificio Pulin è sinonimo di pane e dolci da forno in centro storico. L'attività è cominciata nella storica sede di via Cavour nel 1924 e da allora la famiglia Pulin gestisce il forno da tre generazioni.

Ristorante pizzeria Vesuvio

Il locale pubblico, che ha cominciato la sua attività nel 1919 come "osteria con spaccio di bibite e cibarie", non si è mai spostato dalla sua sede storica in via della Malvasia, a Trento.

Salumeria Belli

La Salumeria Belli è la più antica macelleria-salumeria artigianale del Trentino. L'attività è cominciata a Sopramonte nel 1822 ed è tutt'ora portata avanti sempre dalla stessa famiglia da ormai sette generazioni.
La salumeria Belli fa parte del presidio Slow Food della Luganega Trentina e quest'anno è stata premiata per il suo speck artigianale dal Gambero Rosso, nell'ambito di una ricerca sui migliori salumi italiani.
Oltre all'attività di produzione artigianale e vendita di carne e salumi, i Belli svolgono anche una significativa attività di promozione delle produzioni locali, ospitando nel proprio laboratorio studenti e turisti.

Tutto luce

Il negozio, specializzato in articoli per l'illuminazione, domotica e sistemi di sicurezza, aprì i battenti in via S. Trinità nel 1951, rilevando una licenza del 1946; l'attività, sempre gestita dalla stessa famiglia, nel 2013 si è trasferita nell'attuale sede di via Calepina 40.

Zanella arredamenti

Zanella arredamenti, negozio di arredo e antiquariato in via Rosmini, 78, ha aperto nel 1963 e la stessa famiglia gestisce da cinquant'anni l'attività di creazione di lampade e lampadari, punti luce che sono vere e proprie opere d'arte, capaci di arredare con gusto e di riscaldare con arte.

 

LE 7 MIGLIORI OSTERIE TIPICHE DI TRENTO

A tavola con l'eccellenza e la tradizione trentina
Dopo una piacevole passeggiata in centro città tra palazzi cinquecenteschi, siti archeologici, castelli medievali, vie e piazze che ne raccontano la sua storia millenaria, non c'è niente di meglio che gustare i sapori autentici del Trentino. Si sa, andare alla scoperta dei segreti della città mette un certo languorino, perché quindi non godersi un piacevole momento in una delle osterie tipiche del centro, dove l'eccellenza incontra la tradizione enogastronomica locale? 
Ecco i nostri consigli per gustare il meglio dell'enogastronomia trentina.

A Le Due Spade – Osteria dal 1545

L'Osteria a "Le Due Spade" nasce a Trento nell'anno del Concilio per accogliere conciliari, pellegrini, notabili e viandanti. Oggi, dopo quasi cinque secoli è considerata tra i migliori ristoranti della città e propone una cucina tipica e al tempo stesso creativa.

Via Don A. Rizzi, 11 - 38122 Trento
(+39) 0461 234343(+39) 0461 920202
info@leduespade.com
www.leduespade.com

Al Vò dal 1345

Il Ristorante al Vò è il più antico della città. Fondato nel 1345 nel cuore del centro storico di Trento, oggi continua questa antica tradizione di cucina e legame con il territorio e con le tradizioni, rivisitate e attualizzate da creatività ed esperienza.

Vicolo del Vo', 11 - 38122 Trento
(+39) 0461 985374(+39) 0461 232131
info@ristorantealvo.it
www.ristorantealvo.it

Al Volt – Antica Trattoria

L'Antica Trattoria Al Volt - via S. Croce 16 - opera da oltre cento anni e propone i piatti della cucina regionale, preparati rigorosamente in modo casalingo. Gli arredi dei locali, come il vecchio bancone e alcune foto, sono una chiara testimonianza della sua lunga storia.

Via Santa Croce ,16 - 38122 Trento
(+39) 0461 983776(+39) 0461 091011
trattoria_al_volt@yahoo.it

Due Mori – Ristorante Antica Trattoria

Situato nel cuore di Trento nelle vicinanze del Castello del Buonconsiglio, il locale ha origini molto antiche risalenti alla seconda metà del Quattrocento. Oggi il Ristorante propone piatti d'eccellenza della migliore tradizione enogastronomica trentina con cura e passione.
Via S. Marco, 11 - 38122 Trento (+39) 0461 984251(+39) 0461 221385
info@ristoranteduemori.com
www.ristoranteduemori.com

Hotel Ristorante Villa Madruzzo

Locale accogliente dove poter gustare la migliore cucina trentina, patrimonio di sapori, gusti e tradizioni del territorio rielaborata con passione e leggerezza, e dove trovare una grande scelta di ricette tratte dalla migliore tradizione nazionale.
Via Ponte Alto, 26 – Cognola - 38121 Trento
(+39) 0461 986220(+39) 0461 986361
info@villamadruzzo.it
www.villamadruzzo.it

La Cantinota

Dal 1879, a due passi dal castello del Buonconsiglio, un palazzo cinquecentesco ospita nella sua splendida cornice "La Cantinota" , ambiente storico ed elegante situato nel cuore di Trento. Da più di un secolo "La Cantinota" rappresenta un luogo ricco di storia dove gustare il meglio della cucina locale elaborata secondo un'attenta selezione, ricerca e qualità degli ingredienti.
Via S. Marco, 22-24 - 38122 Trento
(+39) 0461 238527(+39) 0461 238527
cantinota@hotmail.it
www.cantinota.editarea.com

Scrigno del Duomo

Il Ristorante è uno dei luoghi più esclusivi dove mangiare a Trento e vanta di una meravigliosa vista su Piazza Duomo e la sua bella Cattedrale. Dalla sua apertura nel 1999 è punto indiscusso dell'eccellenza enogastronomica per saper reinterpretare la cucina tradizionale della trattoria e dell'osteria tipica trentina in chiave moderna e rivisitata.

Piazza Duomo, 29 - 38122 Trento
(+39) 0461 220030(+39) 0461 235289
info@scrignodelduomo.com
www.scrignodelduomo.com

Vai all'elenco completo delle Osterie tipiche

 

APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi
P.za Dante, 24 - 38122 - Trento
T. +39 0461 216000
F. +39 0461 216060
info@discovermontebondone.it

  1. Una giornata di trekking sul sentiero della Nosiola
     
  2. Trekking sul Monte Bondone
     

UNA GIORNATA DI TREKKING SUL SENTIERO DELLA NOSIOLA

Tra vigneti e cantine alla scoperta delle eccellenze enologiche della Valle dei Laghi

A soli 10 km dalla città di Trento la Valle dei Laghi è conosciuta non solo per i suoi paesaggi incantevoli e i tanti specchi d'acqua, ma anche per le sue eccellenze enologiche come il Vino Nosiola Trentino e il Trentino Doc Vino Santo. Immersi in una splendida cornice naturale, gli amanti del buon vino possono assaggiare in questo territorio il sapore autentico della tradizione vitivinicola trentina e scoprire le eccellenze che nascono da competenze tramandate da padre in figlio. In questo angolo di Trentino racchiuso tra la città di Trento, il Lago di Garda e le Dolomiti di Brenta, è l'Ora del Garda, la brezza che spira da Sud prima del tramonto, a dare al Vino Nosiola e ai suoi derivati quella fragranza famosa in tutto il mondo.



È proprio in questa valle, tra i filari delle viti magistralmente disposti tra antichi muri a secco e le tante cantine che costellano il territorio, che si snoda il Sentiero della Nosiola.
L'itinerario, strutturato in 4 tappe ad anello, conduce alla scoperta del paesaggio e della cultura vitivinicola del territorio attraverso la visita a cantine e produttori. La partenza del sentiero è presso il Lago di Cavedine fino al suggestivo Castel Toblino per una lunghezza di 20,43 km. Le tappe possono essere percorse singolarmente ad anello oppure in un unico itinerario attraverso percorsi segnalati che conducono alla tappa successiva.

  • 1ª tappa ad anello: Lago di Cavedine Casa Sociale (250 m slm) fino a 505 m slm - Azienda Agricola Gino Pedrotti - Lago di Cavedine Casa Sociale. Lunghezza percorso: 10, 5 km
  • 2ª tappa ad anello: Azienda Agricola Fratelli Pisoni (253 m slm) – prossimità della Palestra di Roccia San Siro (439 m slm) – Azienda Agricola Gino Pedrotti - Azienda Agricola Fratelli Pisoni. Lunghezza percorso: 5,1 km
  • 3ª tappa ad anello: Palestra di Roccia San Siro (501 m slm) – Chiesetta S. Mauro Calavino – Azienda Agricola Pravis – Chiesetta di San Siro (500 m slm). Lunghezza percorso: 6,39 km
  • 4ª tappa ad anello: Chiesetta S. Mauro Calavino (500 m slm) – Azienda Agricola Giovanni Poli – Azienda Agricola Francesco Poli – Azienda Agricola Maxentia – Castello di Toblino – Cantina Toblino (247 m slm). Lunghezza percorso: 8,53 km


Informazioni:
Ecomuseo Valle dei Laghi
www.discovertrento.it 

 

TREKKING SUL MONTE BONDONE

Se sei alla ricerca di itinerari avventurosi da percorrere a piedi in montagna, a pochi minuti dalla città di Trento puoi raggiungere il Monte Bondone, una meta molto apprezzata dagli amanti dello sport e dell'outdoor. La località vanta numerosi sentieri escursionistici e itinerari trekking, tra i quali non puoi perdere la passeggiata Viote – Lagolo, di facile percorrenza e adatta a tutti, e il Giro delle Tre Cime del Bondone, itinerario impegnativo adatto ai più sportivi.

Itinerario Viote – Lagolo

A circa 1500 metri sul Monte Bondone si estende lo splendido altipiano delle Viote, dove tra la torbiera e i boschi di conifere c'è spazio anche per il Giardino Botanico Alpino che ospita oltre mille varietà di piante e fiori da tutta Europa. In alto, a dominare l'altopiano, ci sono: il Monte Cornetto (m. 2180), il Doss d'Abramo (m. 2140) e la Cima Verde (m. 2102), che costituiscono un'area naturalistica protetta, detta appunto delle "Tre cime". L'itinerario parte dalla Piana delle Viote, dove è possibile addentrarsi nella Riserva Naturale delle Tre Cime e nella Torbiera godendo di uno splendido panorama sul Gruppo del Brenta e sulle Tre Cime. Il paesaggio è dolce con ampi pascoli alternati a tratti boschivi di faggio o larice. La ricchezza botanica e floricola caratterizza tutta la piana delle Viote, dove il Giardino Botanico Alpino con oltre 1000 diverse specie di fiori e piante vale sicuramente una visita. Il sentiero parte proprio dal parcheggio del Giardino Botanico e si addentra nella Val d'Eva fino alla Bocca di Vaiona. Da qui si svolta a destra seguendo il sentiero 618 e si percorre il crinale de La Rosta (ottimi punti panoramici sul Gruppo del Brenta e sulla Valle dei Laghi), prima in leggera salita poi in discesa, fino al bivio con il sentiero del Strengiador. Si prosegue in discesa sul 618 fino al tornante della strada provinciale del Monte Bondone e si scende di pochi metri sulla strada, per ritrovare subito il sentiero 618 che si segue in discesa fino al Lago di Lagolo. Lungo il percorso si possono incontrare la Caverna e la Sorgente Stengiador ed infine il Lago di Lagolo, immerso nel paesaggio alpestre e alimentato da alcune sorgenti vicine alla riva e da infiltrazioni subacquee. Da Lagolo il servizio di pullman di linea riporta alla partenza.

Vai al dettaglio del percorso

Giro delle Tre Cime del Bondone

Il Giro delle Tre Cime del Bondone è il percorso trekking più battuto e rinomato della zona di Trento, probabilmente il più interessante dell'intero gruppo montuoso del Bondone – Stivo.
L'itinerario transita per il Cornetto, il Doss D'Abramo e la Cima Verde, le tre elevazioni che circondano la distesa prativa delle Viote.
Benché sia considerato un percorso trekking, bisogna ricordare che il passaggio per il Doss D'Abramo avviene lungo il segnavia 638A, un percorso attrezzato che supera la fascia rocciosa posta a nord-ovest e scende verso per il canale roccioso e per la cengia sud-est, serviti da cavo d'acciaio. Qui si raccomanda l'utilizzo di equipaggiamento adeguato (imbragatura, longe di sicurezza, casco). È possibile comunque evitare la salita al Doss D'Abramo seguendo il segnavia 636 che aggira la vetta da nord sfruttando un più comodo sentiero che passa sotto le pareti settentrionali della cima e si ricollega con il percorso del giro.
Il percorso offre magnifiche vedute sui Gruppi del Brenta, dell'Adamello, Presanella, Carè Alto, Alpi di Gavardina, Lago di Garda, Val del Sarca, Vallagarina, Val d'Adige. In definitiva un vero balcone sul Trentino a due passi dal capoluogo.

Vai al dettaglio del percorso
 

APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi
P.za Dante, 24 - 38122 - Trento
T. +39 0461 216000
F. +39 0461 216060
info@discovermontebondone.it

  1. Aperitivo con vista
     
  2. 10 luoghi da non perdere a Trento e dintorni
     

È l'ora dell'aPERITIVO... CON VISTA!

Dopo una stressante giornata di lavoro e i ritmi frenetici della quotidianità, il rito dell'aperitivo è per i trentini il momento più atteso, un piccolo piacere in perfetto Italian lifestyle. Nella città di Trento, conosciuta per la sua storia millenaria e la sua bellezza artistica e culturale, sono moltissime le locations dove potersi rilassare in compagnia e gustare i migliori prodotti enogastronomici locali. Le bollicine di montagna del Trentodoc, ad esempio, sono perfette per il tuo aperitivo e si sposano magnificamente con formaggi e salumi locali, ma se preferisci la birra non potrai perderti le birre artigianali trentine.

APERITIVO A TRENTO ALTA

Vuoi vivere un'esperienza emozionante godendoti un aperitivo davvero unico e diverso dal solito? Proprio sopra alla città di Trento, nel paesino di Sardagna, sorge un locale completamente nuovo che offre una vista mozzafiato sulla città: il Bistrot Trento Alta. Come raggiungerlo? In macchina o con la funivia che collega il locale con il centro città. Un'esperienza unica ed emozionante per chi vuole provare il brivido di "volare" sopra la città e raggiungere il punto più panoramico su Trento e la Valle dell'Adige.
Il Bistrot offre ottimi aperitivi gustosi con ottimi vini e cocktails abbinati a stuzzichini sfiziosi e piatti tradizionali con prodotti tipici del territorio.
Contatti:
Strada alla Funivia, 15 Sardagna
349 872 3869


 

APERITIVO IN PIAZZA DUOMO

Che ne dici di regalarti un momento di piacere con gli amici o la propria dolce metà nel cuore della città di Trento? Piazza Duomo con la sua bellissima Cattedrale, la fontana del Nettuno e la Torre Civica è la location ideale per godersi dei piacevoli momenti in compagnia ed immergersi allo stesso tempo nella storia millenaria di questa città. Ecco 3 locali dove gustare un ottimo aperitivo in centro:

Scrigno del Duomo

Affacciato sulla suggestiva Piazza Duomo, lo Scrigno del Duomo è la location perfetta per godersi uno dei migliori aperitivi della città con un tocco "chic". Potrai trovare una vasta scelta di vini al bicchiere di altissima qualità abbinati a deliziosi stuzzichini a base di prodotti tipici del Trentino. Insomma, un vero aperitivo tipico trentino con uno sguardo sulla piazza, che renderà il tuo momento ancora più indimenticabile.
Contatti:
Piazza del Duomo, 29 Trento
0461 220030 - info@scrignodelduomo.com

Caffè Tridente

Una location suggestiva nel cuore della città dove gustare delle vere e proprie prelibatezze locali, sorseggiando il meglio della proposta trentina e nazionale. L'atmosfera accogliente e la sua incredibile posizione lo rendono uno dei locali più frequentati dai trentini per un aperitivo in compagnia.
Contatti:
Piazza del Duomo, 31 Trento
0461 260114

Golden Eagle Street Bar

Per un aperitivo gustoso con ottimi vini trentini e italiani, stuzzichini e piatti della tradizione goditi un piacevole momento al Golden Eagle Street Bar. Il locale si affaccia su Via Belenzani, tra le più suggestive vie della città per i magnifici affreschi e i palazzi rinascimentali che la fiancheggiano con una vista unica sulla Cattedrale di Piazza Duomo.
Contatti:
Via Belenzani, 76
0461 986282

 

10 LUOGHI DA NON PERDERE A TRENTO E DINTORNI

Alla scoperta delle bellezze storiche, archeologiche e culturali di Trento e dintorni
La città di Trento, antica Tridentum romana nel cuore delle Alpi, vanta una storia millenaria, fatta di tradizione mitteleuropea e stile italiano. Nei secoli la città è stata un ponte tra il mondo germanico e quello latino e protagonista di importanti avvenimenti storici, tra cui il Concilio di Trento, che la incoronò capitale europea con delegazioni permanenti da tutto il mondo. Oggi la città è la vera porta d'accesso alle bellezze del Trentino, dalle Dolomiti ai laghi, castelli e borghi che costellano il territorio, ed è quindi tappa d'obbligo per chi visita la regione. Trento è una città estremamente dinamica, dove cultura, innovazione, storia, enogastronomia e tradizione artigianali s'incontrano in modo perfetto. Ma la bellezza non è concentrata soltanto in città! Basta spostarsi infatti pochi km dal centro per scoprire altri posti veramente suggestivi da non perdere durante la tua visita in Trentino.
Ecco i nostri consigli per visitare i luoghi più belli, significativi e caratteristici di Trento e dintorni.

1. PIAZZA DUOMO E LA CATTEDRALE DI SAN VIGILIO

Piazza Duomo rappresenta il cuore della città Trento, attorno alla quale ha costruito la sua storia millenaria. Al centro della piazza si trova la bellissima Fontana del Nettuno, risalente al XVIII secolo mentre ai lati si affacciano la suggestiva Cattedrale di San Vigilio e il Museo Diocesano Tridentino con la Torre Civica. Verso la Piazza converge una delle vie più belle e caratteristiche della città, Via Belenzani, fiancheggiata da palazzi cinquecenteschi riccamente affrescati.
La Cattedrale di San Vigilio è il principale monumento religioso di Trento e uno dei simboli architettonici della città. Vanta origini antiche che risalgono all'XI secolo ed è dedicata a San Vigilio, il santo patrono della città.
www.discovertrento.it

2. CASTELLO DEL BUONCONSIGLIO

Il Castello del Buonconsiglio è il più vasto e importante complesso monumentale della regione. La visita offre un'immersione nella storia, sia dal punto di vista architettonico-militare che artistico, a partire dal Ciclo dei Mesi, una serie di affreschi databili intorno al 1400 e considerati tra i più importanti in Europa.
www.castellodelbuonconsiglio.it

3. S.A.S.S – SPAZIO ARCHEOLOGICO SOTTERRANEO DEL SAS

Nel sottosuolo del centro storico di Trento vive l'antica Tridentum romana: duemila anni di storia, 1.700 mq di città romana in un allestimento affascinante e suggestivo, esito degli scavi archeologici effettuati in occasione del restauro del Teatro Sociale di Trento.
www.trentinocultura.net/archeologia.asp

4. MUSEO DIOCESANO TRIDENTINO E BASILICA PALEOCRISTIANA

Il Museo Diocesano Tridentino venne fondato nel 1903 per salvaguardare il prezioso patrimonio artistico della diocesi e custodisce anche la Basilica paleocristiana di San Vigilio e i reperti archeologici rinvenuti nel corso degli scavi effettuati nel sottosuolo della Cattedrale tra il 1964 e il 1977.
www.museodiocesanotridentino.it

5. MUSE – MUSEO DELLE SCIENZE DI TRENTO

Ideato dal famoso architetto Renzo Piano, il MUSE conduce in un viaggio alla scoperta della scienza e della natura per un'esperienza a 360° dove poter toccare con mano fossili e minerali, usare il microscopio, oppure entrare nella grande serra con piante vive della foresta della Tanzania.
www.muse.it

6. MUSEO DELL'AERONAUTICA GIANNI CAPRONI

Il Museo dell'Aeronautica Gianni Caproni, fondato dall'aviatore trentino Gianni Caproni, espone la prima collezione aeronautica al mondo, costituita negli anni Venti del Novecento. Oggi presenta esposizioni permanenti e temporanee, attività educative per le scuole e proposte di animazione culturale.
www.museocaproni.it

7. DOSS TRENTO: PARCO E MAUSOLEO DI CESARE BATTISTI

Il Doss Trento caratterizza il panorama di Trento e costituisce un insieme interessante di caratteristiche naturalistiche, storiche e artistiche. La località ospita il Mausoleo di Cesare Battisti dedicato all'uomo che lottò per l'italianità di Trento e un parco naturale di rilevanza naturalistica e storica.
www.comune.trento.it

8. LE GALLERIE DI PIEDICASTELLO

Le gallerie di Piedicastello erano due tunnel stradali utilizzati fino al 2007. Oggi rappresentano un luogo dedicato al racconto e alla rappresentazione del passato, della storia e della memoria del Trentino e non solo.
www.fondazione.museostorico.it

9. FORTE DI CADINE – BUS DE VELA

Il forte Cadine Bus de Vela è uno dei forti austro-ungarici facente parte del grande sistema di fortificazioni austriache al confine italiano. È una tagliata stradale degli anni 1860-1861 con il compito di bloccare l'accesso a Trento, controllando il Bus de Vela. La chiusura dell'asse stradale non era affidata solo a un portone, ma a tutto il manufatto: questa caratteristica lo rende unico tra le tagliate stradali trentine.
www.museostorico.it

10. CASTEL TOBLINO

Situato in Valle dei Laghi, a pochi km da Trento, e affacciato sul bellissimo Lago di Toblino, il castello è da molti come uno dei luoghi più romantici e fotografati del Trentino. Immerso in un paesaggio di rara bellezza, circondato da imponenti montagne e da un incantevole specchio d'acqua, il castello deve la sua fama anche alle numerose fiabe e leggende tramandate di generazione in generazione. Essendo residenza privata, Castel Toblino può essere visitato soltanto esteriormente, ma ospita al suo interno un ristorante stellato d'eccellenza dove poter gustare la migliore tradizione enogastronomica trentina ed italiana immersi in uno scenario davvero fiabesco.
www.casteltoblino.com

 

APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi
P.za Dante, 24 - 38122 - Trento
T. +39 0461 216000
F. +39 0461 216060
info@discovermontebondone.it

Crea/Mostra Contenuto Crea/Mostra Contenuto