ArticleDetailOneInstance ArticleDetailOneInstance

LACRIME DI RESINA © | FORESTE FERITE IN TRENTINO. MOSTRA FOTOGRAFICA E POETICA DI ALBERTO PATTINI

55 scatti fotografici che raccontano la desolazione provocata in Trentino dalla tempesta Vaia nella notte del 29 ottobre 2018 e le emozioni struggenti suscitate da questo evento.

LACRIME DI RESINA © | FORESTE FERITE IN TRENTINO. MOSTRA FOTOGRAFICA E POETICA DI ALBERTO PATTINI

dal 29 giugno 2019 al 01 settembre 2019

Presso il Malgone di Candriai, Strada di Candriai 101, Candriai, Monte Bondone. Orario di apertura: tutti i giorni dalle h. 9.00 alle h. 13.00 e dalle h. 14.00 alle h. 17.30. | Info: APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, tel. +39 0461 216055-216000.

_________________________________________

L'Azienda per il Turismo di Trento, Monte Bondone, Valle dei laghi presenta al Malgone di Candriai dal 29 giugno al 1° settembre 2019 la mostra fotografica e poetica dal titolo
Lacrime di resina © foreste ferite in Trentino
di Alberto Pattini.

_________________________________________

57 scatti fotografici che raccontano la desolazione e le emozioni struggenti della tempesta Vaia, abbattutasi in una vasta area del Trentino nella notte del 29 ottobre 2018.
Giganti caduti come birilli, una violenza distruttiva inedita per intensità e portata che ha messo a dura prova un patrimonio naturalistico in un territorio di una bellezza unica.
Le raffiche di scirocco più violente hanno interessato in particolare i settori orientali del Trentino, dove sono state abbattute vaste aree boscate e scoperchiate alcune abitazioni.
In particolare in montagna sono state registrate raffiche di 120 km/h con la massima di 190 km/h al passo Manghen nella catena del Lagorai.
I danni stimati sono in 19.000 ettari di superficie di boschi e 3 milioni e 300 mila metri cubi di alberi caduti al suolo o spezzati dalla furia del vento.
A Paneveggio in Val di Fiemme è stata colpita la fitta foresta di abeti rossi armonici, capaci di sprigionare note e musica, già usati da Antonio Stradivari (1644 - 1737) a Cremona per costruire strumenti a corde di straordinaria fattura come violini, viole, violoncelli, chitarre, arpe e contrabbassi.
Il cambiamento climatico, ormai in atto, influenza in modo significativo la montagna. I cambiamenti visibili nelle Alpi sono, per elencare solo alcuni, il ritiro dei ghiacciai, l'innalzamento del limite delle nevicate, l'aumento degli eventi estremi e della vulnerabilità derivante dalle catastrofi, le minacce agli ecosistemi.
Per fermare la tendenza distruttiva del clima è cruciale la responsabilità civica e tale impegno passa per una maggiore consapevolezza della delicata situazione climatica: non possiamo dimenticare la straziante notte delle "Lacrime di resina".

_________________________________________

Orari: tutti i giorni h. 9.00 - 13.00 e 14.00 - 17.30
Inaugurazione: Malgone di Candriai, sabato 29 giugno 2019 ore 18.00
_________________________________________

Contatti

...

GenericQuery GenericQuery
background background
  • Castel Toblino Valle dei Laghi Archivio APT Trento - foto M. Miori
FWJSALL FWJSALL