ArticleDetailOneInstance ArticleDetailOneInstance

CASTELLO DEL BUONCONSIGLIO | FEDE GALIZIA (1587 – 1630)

Non sono molte le donne pittrici che hanno lasciato un segno nella storia dell'arte ma tra la metà del Cinquecento e la metà del Seicento alcune raggiunsero fama e successo. Tra queste Fede Galizia a cui il Castello dedica una mostra.

Fede Galizia, Noli me tangere, Pinacoteca Brera Milano

dal 04 luglio 2021 al 26 ottobre 2021

Presso il Castello del Buonconsiglio, Via Bernardo Clesio 5, Trento | Orario: 10.00-18.00. Lunedì chiuso. Aperture straordinarie: tutti i lunedì dal 13 luglio al 7 settembre 2020. | Info: +39 0461 233770, www.buonconsiglio.it

Non sono molte le donne pittrici che hanno lasciato un segno nella storia dell' arte ma tra la metà del Cinquecento e la metà del Seicento alcune raggiunsero fama e successo. Accanto ad Anguissola Sofonisba, Lavinia Fontana e Artemisia Gentileschi spicca senza dubbio anche Fede Galizia, pittrice di origine trentina, che sarà celebrata al Castello del Buonconsiglio di Trento con una mostra monografica dal 3 luglio al 25 ottobre 2020. Documentata a Milano a partire almeno dal 1587 la sua vita si svolge lì fino alla morte, avvenuta dopo il 1630. Il trasferimento della famiglia – da Trento a Milano – deve essere avvenuto sulla scorta del poliedrico padre, Nunzio, artista pure lui, impegnato nel mondo della miniatura, dei costumi, degli accessori, ma anche in quello della cartografia. Fede – un nome programmatico per l'Europa della Controriforma – ottiene un successo straordinario tra i committenti dell'epoca, tanto che opere sue raggiungono, prima del 1593, tramite la mediazione di Giuseppe Arcimboldi, la corte imperiale di Rodolfo II d'Asburgo. Fede Galizia sarà ritrattista, miniaturista ma si cimenterà anche in un genere nuovo, la natura morta: dopo la rivoluzionaria Canestra del Caravaggio appartenuta al cardinale Federico Borromeo, Fede Galizia sarà una delle principali protagoniste di questo nuovo modo di dipingere fiori e frutta. La mostra, curata da Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, aspira a rispondere, tramite la presentazione delle opere dell'artista e adeguati confronti, alla domanda: perché Fede Galizia piaceva tanto? Quali sono le ragioni del suo successo nell'epoca in cui visse? Quanto ha pesato, in questo, il suo essere donna? Come cambia l'apprezzamento di un'opera d'arte tra il lungo crepuscolo del Rinascimento e il mondo di oggi?

Contatti

Castello del Buonconsiglio - Monumenti e collezioni provinciali

Tel. +39 0461 233770
www.buonconsiglio.it

Note

  • Giorni della settimana esclusi: Lunedì

GenericQuery GenericQuery
FWJSALL FWJSALL
background background