ArticleDetailOneInstance ArticleDetailOneInstance

MONTE BONDONE GREEN FESTIVAL

Il Monte Bondone si propone nella sua magnifica veste autunnale con due date del Green Festival, proprio a fine settembre: il 25 e 26 settembre il "Prato del Gusto", la "Guida Galattica per nonne e nonni", l'"Aperitivo Green", "C'mon Tigre" e "Fra terra e cielo".

MONTE BONDONE GREEN FESTIVAL

dal 25 settembre 2021 al 26 settembre 2021

Info e dettagli: Ufficio Stampa Monte Bondone Green Festival, cell. +39 328 7319367

________________________________

Comunicati stampa:

Una delle località più belle del Bondone ospiterà una due giorni fra stupore e meraviglia fra musica, spettacoli, presentazione di libri e buon cibo…grazie a quell'enorme palcoscenico che solo la Natura può offrire!!!
Sabato e Domenica 25 e 26 Settembre approda a Sant'Anna di Sopramonte il Monte Bondone Green Festival con "Fra Terra e Cielo", un modo per vivere un fine<settimana in maniera green e coccolati da varie sorprese, musica ed emozioni "sospese" in quello spazio magico che esiste fra il cielo e la terra. Leggete il programma e preparatevi a vivere un esperienza magica e sincera, avvolti dalla natura e dalla meraviglia: dopo le positive esperienze alla Viotte la notte delle stelle cadenti, in Vason con la magica voce di Amalia Grè ed al Parco di Sopramonte con l'energia degli Extraliscio ed un programma che spaziava dalla musica, al teatro, agli spettacoli per bambini e famiglie, alla presentazione di libri fino alla valorizzazione di quei produttori locali che si impegnano per produrre alimenti di qualità e naturali, ora è la volta di Sant'Anna, luogo ricco di fascino dove si respira a pieni polmoni la meraviglia della Natura, la bellezza della cultura Green. Insomma, prosegue la terza edizione del "Monte Bondone Green Festival", un Festival che, alla luce dell'esperienza vissuta, ha tutte le caratteristiche e tutti i presupposti per diventare il primo festival "green" ed "ecosostenibile" sia della nostra Provincia che della nostra Regione, con tutte le credenziali e potenzialità per ritagliarsi una sua specifica identità fra le poche esperienze nazionali esistenti: anche quest'anno obbiettivo primario è quindi quello di essere un progetto innovativo, carico di idee e capace di stupire e di stupirsi, dove non deve mancare il coraggio della sperimentazione, della ricerca e dell'originalità, ma dove è ben radicato in tutto e in tutti il valore del rispetto per la natura e la salvaguardia dell'ambiente, un progetto capace di consolidare quel speciale collegamento fra Arte/Natura/Ambiente/Turismo ed aperto ai vari linguaggi della creatività. Con una visione ed un'impostazione "glocale" e quindi in equilibrio fra locale e generale, fra tradizione ed innovazione.
Pensando a queste prime riflessioni è nata l'idea di dare un impostazione itinerante al Festival stesso e cioè di cercare di coinvolgere varie realtà e località senza limitarsi solo alla grande e bellissima area delle Viote: ecco da dove arriva l'idea di Sant'Anna e della due giorni denominata "Fra Cielo e Terra", una due giorni ricca di sorprese e adatta per tutti, dai bambini agli adulti, dai genitori ai nonni, dai ragazzi alle ragazze...a tutti coloro che amano vivere la meraviglia che può offrire la Natura e che sogna di vivere quello spazio magico e ricco di emozione che esiste "fra cielo e terra".
Un programma ricco (alleghiamo il volantino dettagliato) che spazia dall'unico concerto in Trentino dei C'MON TIGRE, una delle più interessanti ed amate band del panorama indi italiano e non solo, fino al Cavallieri Erranti che proporranno una rielaborazione dello spettacolo "Fiabe Nascoste", una produzione del Festival stesso e della Circoscrizione Sopramonte, per arrivare alla proposta di tutta una serie di eventi dedicati ai più piccoli ed alle loro famiglie, nonni inclusi, come lo spettacolo di giocoleria del "Duo Cabriolet" o i racconti e il laboratorio curati dalla "Raccontastorie" Sara Conci, passando per la presentazione di libri alla presenza degli autori come Lia Beltrami e Mattia Moscher, senza dimenticarci di "Sebastian e la sua Fisarmonica" che ci allietterà tutta la giornata di domenica e poi buon cibo e tanta voglia di vivere...
Ed allora vi invitiamo a salire se non altro per vivere la magia che racchiude questo eremo, dove anche il tempo sembra sospeso e questo grazie ad un sincero Festival creativo dedicato alla natura e alle sue meraviglie, dove è possibile intrapprendere un cammino lungo la "via del Paradiso", dove incontrare una delle bellezze alpine e naturali dell'intero Trentino: il Monte Bondone, la montagna di Trento. Quel Monte Bondone dove il palcoscenico è un cerchio magico in cui solo le cose più vere accadono, un territorio neutrale al di fuori della giurisdizione del Fato, dove le stelle possono essere scavalcate impunemente. Un posto vero e reale, ricchezza per tutto l'universo. Un Festival, un luogo particolare dove la natura può allestire spettacoli straordinari. Il palcoscenico è immenso, le sorprese strabilianti, le comparse infinite e gli effetti speciali illimitati. Ed allora: cinguettii di uccelli, profumi di fiori selvatici, quinte con cascate di fiori di ogni colore, boschi dove la memoria diventa racconto accompagneranno le note musicali, le performance, i reading e gli eventi che caratterizzeranno il prossimo fine settimana. Fra luoghi naturalistici da valorizzare e far conosce ancora di più, cogliendone la sua essenza più profonda. In poche parole la forza innovativa di questo Festival sta nel fatto che non bisogna mai scordarsi che è la Natura l'origine del suono e delle arti, tutto viene da li, tutto in natura esiste già e poi, come diceva William Blake, "quando uomini e montagne si incontrano grandi cose accadono". Se poi è la musica e le arti a generare questo incontro diventa "naturale" stupire e stupirsi, fino a far nascere quella che amiamo chiamare "l'arte dell'incontro".

Un grazie speciale ai tanti che hanno contribuito a rendere possibile questo: dalla Provincia al Comune di Trento alla Regione (soggetti anche patrocinatori) fino alla Circoscrizione Sopramonte, al Muse, all'APT Trento Monte Bondone e Val dei Laghi fino all'insostituibile ASUC Sopramonte, senza dimenticarci della Pro Loco Monte Bondone e dell'Associazione Operatori del Monte Bondone e tanti altri che non citiamo per problemi di spazio ma che ringraziamo di cuore uno ad uno, volontari e produttori locali inclusi.
 ________________

Cavalieri Erranti
presentano
Le Fiabe Nascoste
Speciale Visual Concert
Produzione: Circoscrizione Bondone – PAT Provincia Autonoma di Trento -Monte Bondone Green Festival – Intersuoni srl

 

E' proprio pensando all'ultimo CD de «I Cavalieri Erranti», dove vengono riproposte situazioni e leggende della tradizione trentina. Storie Antiche di un territorio che aveva la sua ricchezza nella meraviglia della natura e del territorio, di quelle che ci si raccontava alla sera molto tempo fa, quando non esisteva la televisione, il cinema era roba da ricchi di città e la gente sapeva sognare in proprio, senza prendere in prestito le emozioni altrui.
La montagna e la sua storica cultura green, infatti, pare l'ambiente ideale per la diffusione di superstizioni e miti legati all'esistenza di creature fantastiche e selvatiche.
I vecchi raccontavano, i giovani imparavano a ricordare. Una trasmissione di conoscenze che si è perduta con la scomparsa dei Filò, delle Vijà, le veglie nelle stalle.
D'inverno, nelle stalle ci si trovava per passare la serata, scaldati dal tepore degli animali, si lavorava, si giocava, qualcuno suonava e cantava e, sempre, si raccontavano storie.
Storie che i bambini ascoltavano rapiti, i grandi rispettavano e i vecchi trasmettevano, portatori di tradizioni e conoscenze antiche.
Con l'album «Le Fiabe Nascoste» si sono volute riproporre leggende e filastrocche dalle origini incerte, musicate, parolate e cantate da quei moderni menestrelli che sono «I Cavalieri Erranti» i quali, con entusiasmo e un pizzico di follia hanno voluto proseguire il cammino musicale iniziato già nel 2014 da Giuliano Bottura con il gruppo "Re 7 Minore" con la pubblicazione del'album «L'eterno gioco», prima incerta raccolta di leggende dolomitiche o di altre montagne fra le quali lo stesso Bondone. Il nuovo album, molto più maturo musicalmente e per di più realizzato con i magistrali arrangiamenti di Marco Olivotto, Marco Latino e Roberto Marangio, contiene nuovi brani dedicati all'oscuro mondo delle miniere, delle pietre preziose, di misteriose, eteree e bellissime figure femminili, di ambiente magico, sempre ripescate da quel mondo leggendario che sono le fiabe di montagna.
Da questo bellissimo ed affascinante disco nasce l'idea di produrre, insiema alla Provincia ed alla Circoscrizione Bondone, in esclusiva per il Monte Bondone Green Festival un particolare spettacolo intitolato "Le Fiabe Nascoste": non semplicemente un concerto ma un "visual concert" visto che le musiche e le canzoni saranno acconpagnate e si mescoleranno sia con I video che conl'intervento in diretta della grafica e disegnatrice Sabrina Zanol, che creerà in diretta grazie ad una lavagna luminosa ed all'utilizzo di terre colorate, una scenografia ed un ambientazione tridimensionale tale da sentirsi nelle storie che saranno narrate, cantate e suonate. Insoma una produzione all'insegna dell'innovazione, realizzata ed eseguita da giovani artisti trentini, che debutterà in prima assoluta a Sopramonte e poi girerà I vari luoghi piazze e teatri trentini per un tour sotto il marchio della stessa Circoscrizione Bondone. Un evento prestigioso che vede coinvolta anche la provincia ed altri soggetti e che mira a valorizzare e far conoscere i talenti e le risorse locali che esistono nel campo della cultura dell'arte e della creatività in genere. Magari la prima produzione firmata dalla Circoscrizione ma sicuramente un modo per far diventare anche quei territori di periferia urbana protagonisti in ambito culturale evitando la logica "trentocentrica" per la quale tutto quello che è importante o particolare avviene nell'ambito del Centro Storico della città.Una scommessa che vuole far diventare la stessa Sopramonte luogo di produzione culturale, per la gioia dei suoi giovani ma non solo.

Due note sulla band:
I Componenti
• GIULIANO BOTTURA – front man, voce e chitarra acustica
• MARCO LATINO – chitarra elettrica
• ROBERTO MARANGIO – basso e percussioni
Nasce nel 2017 e raccoglie l'esperianza di musicisti con lunghi ed importanti curricula musicali e diversi dischi pubblicati.
Ma tra le pietre preziose c'è una gemma più luminosa di altre: Il Progetto Fiabe. Progetto che, su idea del Direttore Artistico del Monte Bondone Green Festival Fausto Bonfanti, include anche la produzione in oggetto
L'intento è quello di raccontare le antiche leggende del Trentino, le credenze degli uomini e di interi villaggi, che in equilibrio fra realtà e magia sono state trasformate dai Cavalieri Erranti in poesia.

FIABE NASCOSTE
(Musica e Testi di Giuliano Bottura e Luca Coser)
Dedicata a Giuseppe (Bepo) Sèbesta

Fiabe nascoste ai piedi di un bosco
in mezzo alla gente
nelle leggende del posto
dove il confine tra sogno e poesia
disegnano gli occhi della magia
Vi voglio guidare in racconti lontani
in storie passate
di genti e di neve
in fiabe leggende raccolte per noi
da un uomo già grande
con gli occhi da eroe
Fra «Dita di Fuoco» e mani fatate
di gnomi che giocano
a rincorrere le fate,
boschi, caverne, ruscelli d'argento,
le mani che giocano
e accarezzano il vento
Venite bambini, venite a cantare
nella stagione dei pini in fiore
dove un regalo diventa poesia
nella stagione della magia.

 

Contatti

Green Festival Monte Bondone

Tel. +39 328 7319367

Download


GenericQuery GenericQuery
FWJSALL FWJSALL
background background